Climatizzatore o condizionatore?

Climatizzatore o condizionatore?

La differenza tra climatizzatore e condizionatore

Per saperne di più Richiedi preventivi

Climatizzatore o condizionatore?

Solitamente i termini condizionatore e climatizzatore vengono usati per indicare lo stesso oggetto, come se fossero due sinonimi. In prima battuta il riferimento è effettivamente allo stesso strumento, ma tecnici conoscono bene le differenze tra le due tipologie di macchina. Vediamole insieme.

Quali sono le differenze? 

I due strumenti sono molto simili tra loro, ma dal punto di vista prestazionale e funzionale presentano importanti differenze. In base alle definizioni della normativa UNI 10339 un impianto condizionatore deve provvedere al “trattamento dell’aria volto a conseguire negli ambienti abitati la qualità, il movimento, la purezza dell’aria e le caratteristiche termo-igrometriche richieste per il benessere delle persone.” Invece, un impianto di climatizzazione deve provvedere alla “realizzazione e al mantenimento simultaneo negli ambienti abitati delle condizioni termiche, igrometriche, di qualità, purezza e movimento dell’aria comprese entro i limiti richiesti per il benessere delle persone”.

La differenza consiste pertanto nella funzione di regolazione della umidità dell'aria. 

Tecnicamente, entrambi consentono di regolare la temperatura ambientale, movimentare l’aria all'interno della stanza e migliorare la qualità dell’aria mediante filtri di trattamento. Ma solo il climatizzatore può regolare anche l’umidità.

Vuoi ricevere 3 preventivi per condizionatore?

Il condizionatore consente di “influenzare le caratteristiche termo-igrometriche” dell'ambiente, ma solo a livello di temperatura, perché il livello di umidità varia come diretta conseguenza del raffrescamento e come effetto naturale dell’abbassamento di temperatura e non, invece, tramite un apposito comando. Con i climatizzatori, invece, è possibile effettuare anche una regolazione del livello di umidità. inoltre, i climatizzatori dotati di pompa di calore, svolgono le stesse identiche funzioni anche per riscaldare gli ambienti durante le stagioni più fredde dell'anno.

Un'altra differenza poco percettibile, ma importante ai fini del risparmio energetico, è che i classici condizionatori “on/off” dal momento in cui vengono accesi lavorano immediatamente per raggiungere la potenza massima con evidenti sprechi di energia, mentre quelli “inverter” funzionano in modo graduale, consentendo di risparmiare energia quando vengono utilizzati con pompa di calore per il riscaldamento di ambienti freddi d'inverno.

Indicazioni per l'acquisto 

Pertanto la componente deumidificatore e le possibilità di regolazione fine a essa connesse devono essere considerate attentamente al momento dell’acquisto. Questo accade perché troppo spesso si presta esclusivamente attenzione alla efficienza energetica dell'impianto, alla rumorosità dell’unità interna e idem per l’unità esterna. Certamente sono tutti elementi fondamentali da valutare prima di acquistare tutti i dispositivi che costituiranno l'intero impianto di raffrescamento, ma oggettivamente i climatizzatori sono tecnicamente migliori di un condizionatore.

Ormai è diventato raro trovare condizionatori in vendita venduti, infatti molti apparecchi che solitamente vengono chiamati “condizionatori” e venduti come tali in realtà sono tecnicamente climatizzatori. 

Valuta sempre attentamente se il modello che vuoi acquistare è proprio adatto alla situazione e se soddisfa i criteri necessari per raffrescare / riscaldare efficacemente i tuoi locali. Certamente i prezzi devono essere ragionevoli, ma ancor di più devono essere idonee le caratteristiche della macchina alla richiesta termina del tuo immobile. Inoltre per tutti i modelli "split" è necessario considerare anche i costi di installazione scegliendo un tecnico installatore serio e qualificato, perché l'installazione deve essere precisa e accurata in modo da non compromettere il funzionamento complessivo dell'impianto che, in alcuni casi, possono anche causare gravi danni alla macchina stessa. 

Infine, è importante non trascurare le spese di manutenzione dell'impianto, mettendo in conto interventi periodici che, seppur non obbligatori per i contesti domestici, servono a garantire l'efficienza energetica delle macchine. Solo per le macchine con una potenza superiore ai 12 kW sono necessari controlli obbligatori; queste potenze sono solitamente quelle di impianti diversi da quelli domestici che, generalmente, sono compresi tra i 2,5 e i 3,5 kW. In ogni caso, è preferibile installare le componenti dell'impianto in punti fissi accessibili in modo comodo e agevole per poter compiere tutte le operazioni di manutenzione sia ordinarie come la semplice pulizia dei filtri sia straordinarie.

Correlato a Condizionatori e climatizzatori:

16.410 UTENTI HANNO RICHIESTO PREVENTIVI PER 'CLIMATIZZATORE O CONDIZIONATORE?'

Molto efficiente lo consiglio Un valido aiuto

Paola, Bergamo

Ottimo servizio

Ivan, Torino

Confronta ora fino a 3 preventivi Climatizzatore o condizionatore?!

COME FARE PER RICEVERE 3 PREVENTIVI SU CONDIZIONATORI E CLIMATIZZATORI

Climatizzatore o condizionatore?
1

SCEGLI COSA TI SERVE

Indica il servizio per il quale desideri ricevere i preventivi.

Climatizzatore o condizionatore?
2

INDICA LA CITTÀ

Indica la tua città o la tua zona e seleziona il comune: "INIZIA ORA"

Climatizzatore o condizionatore?
3

RISPONDI ALLE DOMANDE

Rispondi alle domande: le tue risposte serviranno ai 'PRO' per preventivi dettagliati.

Climatizzatore o condizionatore?
4

RICEVI I PREVENTIVI!

Hai finito! I migliori esperti della tua città ti risponderanno entro 24 ore!

Climatizzatore o condizionatore?

Confronta ora fino a 3 preventivi di specialisti!