Condizionatori: quale tipo scegliere?

Sono meglio i condizionatori portatili o i condizionatori fissi?

Autore Gianluca Cerboni | Ultimo aggiornamento 2018-02-17 08:35:02 | Articolo letto da 502 utenti.

Quando si avvicina la calda stagione inizia anche l'ansia da umidità, soprattutto nelle grandi metropoli. Forse, in quel momento, è già troppo tardi per decidere di acquistare un impianto di climatizzazione fisso e, quindi, la soluzione potrebbe essere quella di acquistare i condizionatori portatili. All'avvicinarsi dell'estate è frequente trovare condizionatori portatili in offerta anche di ottime marche.

Il suggerimento è, in ogni caso, quello di iniziare a pensare già in primavera a quale soluzione sarebbe la migliore per la vostra abitazione o ufficio o altro ambiente. Infatti, nei giorni di gran caldo, è sempre meglio non affidarsi a chi si improvvisa installatore...

I condizionatori portatili (come per esempio il famoso “Pinguino”...) non richiedono una installazione come quella necessaria, invece, per i climatizzatori fissi, perché aspirano semplicemente l'aria calda e umida presente nella stanza in cui vengono collocati e la spingono fuori verso l'esterno dell'edificio attraverso solitamente un tubo.

Vuoi ricevere 3 preventivi per condizionatore?

In commercio esistono anche una condizionatori portatili senza tubo che, pur essendo meno maneggevoli di quelli portatili classici, evitano di effettuare fori nelle finestre o porte finestre per consentire il passaggio del tubo o di dover lasciare la finestra semiaperta. 

I migliori condizionatori portatili sono quelli che hanno un buon rapporto qualità / prezzo anche in funzione dei pregi e difetti della categoria.

Rumorosità condizionatori portatili

Infatti, tra gli svantaggi dei condizionatori portatili è importante ricordare il consumo abbastanza elevato, il basso potere rinfrescante e, da non dimenticare, la rumorosità. Esistono anche condizionatori portatili con unità esterna che, sebbene siano meno rumorosi dei precedenti, sono decisamente poco pratici nell'utilizzo a causa dell'ingombro del motore esterno. La rumorosità è un elemento da non sottovalutare, infatti mentre i modelli silenziosi possono avere una rumorosità pari a 20 decibel, quelli che in etichetta indicano valori intorno ai 50-60 decibel potrebbero essere particolarmente fastidiosi, soprattutto di notte. Se poi hai proprio deciso di acquistare condizionatori portatili sappi che il prezzo della macchina è influenzato da tanti aspetti tecnici non irrilevanti, tra i quali anche quello fondamentale della presenza dello scarico della acqua di condensa.

I condizionatori portatili silenziosi sono più costosi rispetto alla media e, se proprio non è possibile trovare altra soluzione, sono certamente i più consigliati per conservare nell'ambiente un buon comfort acustico. Il prezzo più elevato, peraltro, giustificherebbe tranquillamente la installazione di condizionatori fissi, i migliori in assoluto.

Consumi troppo elevati

Per ottimizzare la spesa è interessante acquistare condizionatori portatili inverter che grazie a una migliore tecnologia riducono sensibilmente il consumo di energia elettrica. Questa tecnologia è più recente, evoluta e anche, però, più costosa: durante il funzionamento consente di ridurre la potenza assorbita dal compressore quando viene raggiunta la temperatura ambiente desiderata. Indipendentemente dalla tecnologia di costruzione della macchina, è sicuramente determinante scegliere la classe di consumo che deve essere minimo di classe A.

Tra i suggerimenti che vi diamo è sempre valido quello di non acquistare, se possibile, condizionatori portatili usati a meno che non si conoscano molto bene i precedenti proprietari e, soprattutto, l'uso che ne è stato fatto per evitare di portarsi in casa probabili colture di batteri ancora presenti nei filtri della macchina...

Prezzi dei condizionatori portatili

I prezzi condizionatori portatili variano in base alle caratteristiche tecnologiche dei singoli modelli e variano ormai tra i 300 euro e i 1200 euro. A prescindere dai prezzi, è importante tener ben presente che la potenza di questi sistemi è nettamente inferiore rispetto a quella dei condizionatori tradizionali fissi. Oltre ai consumi elevati, un difetto di rilievo è la presenza del getto d'aria ridotto che non distribuisce aria fredda nella stanza in maniera uniforme; questo è il motivo, infatti, per il quale i condizionatori fissi vengono installati sempre in alto, perché così si  ottiene una diffusione uniforme dell’aria fresca che scende dalla parte più alta della stanza.

Resta connessa/o

Ricevi ogni mese gratuitamente il magazine Estetica24 con notizie, novità e promozioni.

Vuoi fare un nuovo preventivo? Clicca, seleziona il servizio e la tua città